Local Search - Deals
Addresses - Schedules - Reviews
Weather Information
Hot Products


Click Here to generate a free photo calendar

Click on the link below to generate a free PDF file or a free PDF greetings card with the image.

English language only - Generate a free PDF file or a free PDF greetings card

Free the Animation VR / AR
Play to reveal 3D images and 3D models!
 
Android app on Google Play
 
vlrPhone / vlrFilter
Project of very low consumption, radiation and bitrate softphones, with the support of the spatial audio, of the frequency shifts and of the ultrasonic communications / Multifunction Audio Filter with Remote Control!



 


20140330 Video 17043427 Large Jpeg

Politic
Milano, (TMNews) - Aspettando di raggiungere la Federazione calcio russa e il suo campionato, la squadra del Sebastopoli in Crimea continua a giocare nel campionato ucraino. Nei giorni scorsi è andata in trasferta a Lviv, nell'Ucraina occidentale, dove è stata seccamente battuta per 2-0 ma è stata accolta dagli slogan dei tifosi ipernazionalisti, furiosi con il presidente russo Vladimir Putin. Il Sebastopoli è una delle due squadre della Crimea che gioca nella Serie A ucraina e ha disputato nell'ex madrepatria la prima partita dopo il referendum che ha plebiscitato il ritorno della penisola contesa nelle braccia della Russia. La trasferta si è trasformata in un tuffo nel passato, nel cuore di un feudo ultranazionalista ferocemente contrario a ogni forma di sudditanza o di dominazione russa. La squadra ospite, che dalla stagione prossima sarà schierata nel campionato nazionale russo, è stata salutata da gruppi di tifosi che non hanno dubbi sui recenti sviluppi che hanno riportato la Crimea nell'alveo russo di appartenenza. "Il Sebastopoli giocherà nel campionato russo a causa di una decisione politica che creerà molti conflitti" In Ucraina, come praticamente ovunque, le comunità di ultras organizzati negli stadi sono molto politicizzate. "I tifosi di calcio hanno sempre fatto politica. I tifosi non si battono solo per i loro interessi sportivi particolari, si appassionano anche per molto altro oltre allo sport". La crisi ucraina sembra destinata a tracimare anche negli stadi. Lo spirito olimpico non abita più neanche in Ucraina. (Immagini Afp)
Per una Descrizione più


Sport
Milano, (TMNews) - Aspettando di raggiungere la Federazione calcio russa e il suo campionato, la squadra del Sebastopoli in Crimea continua a giocare nel campionato ucraino. Nei giorni scorsi è andata in trasferta a Lviv, nell'Ucraina occidentale, dove è stata seccamente battuta per 2-0 ma è stata accolta dagli slogan dei tifosi ipernazionalisti, furiosi con il presidente russo Vladimir Putin. Il Sebastopoli è una delle due squadre della Crimea che gioca nella Serie A ucraina e ha disputato nell'ex madrepatria la prima partita dopo il referendum che ha plebiscitato il ritorno della penisola contesa nelle braccia della Russia. La trasferta si è trasformata in un tuffo nel passato, nel cuore di un feudo ultranazionalista ferocemente contrario a ogni forma di sudditanza o di dominazione russa. La squadra ospite, che dalla stagione prossima sarà schierata nel campionato nazionale russo, è stata salutata da gruppi di tifosi che non hanno dubbi sui recenti sviluppi che hanno riportato la Crimea nell'alveo russo di appartenenza. "Il Sebastopoli giocherà nel campionato russo a causa di una decisione politica che creerà molti conflitti" In Ucraina, come praticamente ovunque, le comunità di ultras organizzati negli stadi sono molto politicizzate. "I tifosi di calcio hanno sempre fatto politica. I tifosi non si battono solo per i loro interessi sportivi particolari, si appassionano anche per molto altro oltre allo sport". La crisi ucraina sembra destinata a tracimare anche negli stadi. Lo spirito olimpico non abita più neanche in Ucraina. (Immagini Afp)
Per una Descrizione più